La vostra azienda ha un fatturato estero di almeno il 20% nei territori Russi e Ucraini?

Simest, gruppo cpd,rende disponibile un finanziamento a tasso agevolato in regime “de minimis” con cofinanziamento a fondo perduto fino al 40% dell’importo complessivo dell’intervento per le imprese italiane esportatrici nei territori Russi e Ucraini che hanno vissuto i danni economici causati dal conflito.
La misura è rivolta alle imprese che hanno realizzato negli ultimi tre bilanci depositati un fatturato medio derivante da operazioni di esportazione diretta verso l’Ucraina, la Federazione russa e la Bielorussia, pari almeno al 20% del fatturazione aziendale totale.
Le spese ammissibili e finanziabili attraverso il fondo sono:
  • Spese per la realizzazione di investimenti produttivi come acquisto di macchinari, apparecchiature ad uso produttivo, impianti e beni strumentali, tecnologie ecc.;
  • Spese per la realizzazione di una nuova struttura commerciale o per il potenziamento di una struttura esistente in un Paese estero alternativo;
  • Spese per consulenze e studi volti all’individuazione di mercati esteri alternativi;
  • Spese promozionali per eventi,
  • Spese per certificazioni.

L’intervento agevolativo può coprire fino al 100% delle spese!

Le domande dovranno essere presentante dal 12 Luglio 2022

Per restare aggiornato e avere maggiori informazioni