CREDITO D’IMPOSTA ADEGUAMENTO E CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE

Il “Decreto Rilancio”, una manovra da 55 miliardi dei quali 16 destinati alle imprese, ha reso attuative diverse misure tra cui il Credito d’Imposta Adeguamento (art. 120) e il Credito d’Imposta Sanificazione (art. 125).

In entrambi i casi si tratta di un Credito d’Imposta nella misura del 60% delle spese sostenute, con un limite massimo pari a 48.000 euro per il Credito Imposta Adeguamento e pari a 60.000 euro per il Credito Imposta Sanificazione.

La comunicazioni possono essere presentante all’ Agenzia delle Entrate in via telematica a partire dal giorno 20 luglio 2020.

Art. 120: CREDITO D’ IMPOSTA ADEGUAMENTO

Il Credito Imposta Adeguamento dell’art. 120 è dedicato ai soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni in luoghi aperti, con i seguenti codici Ateco:

551000 Alberghi

552010 Villaggi turistici

552020 Ostelli della gioventù

552030 Rifugi di montagna

552040 Colonie marine e montane

552051 Affittacamere per brevi soggiorni, case ed appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence

552052 Attività di alloggio connesse alle aziende agricole

553000 Aree di campeggio e aree attrezzate per camper e roulotte

559010 Gestione di vagoni letto

559020 Alloggi per studenti e lavoratori con servizi accessori di tipo alberghiero

561011 Ristorazione con somministrazione

561012 Attività di ristorazione connesse alle aziende agricole

561020 Ristorazione senza somministrazione con preparazione di cibi da asporto

561030 Gelaterie e pasticcerie

561041 Gelaterie e pasticcerie ambulanti

561042 Ristorazione ambulante

561050 Ristorazione su treni e navi

562100 Catering per eventi, banqueting

562910 Mense

562920 Catering continuativo su base contrattuale

563000 Bar e altri esercizi simili senza cucina

591400 Attività di proiezione cinematografica

791100 Attività delle agenzie di viaggio

791200 Attività dei tour operator

799011 Servizi di biglietteria per eventi teatrali, sportivi ed altri eventi ricreativi e d’intrattenimento

799019 Altri servizi di prenotazione e altre attività di assistenza turistica non svolte dalle agenzie di viaggio NCA

799020 Attività delle guide e degli accompagnatori turistici

823000 Organizzazione di convegni e fiere

900101 Attività nel campo della recitazione

900109 Altre rappresentazioni artistiche

900201 Noleggio con operatore di strutture ed attrezzature per manifestazioni e spettacoli

900202 Attività nel campo della regia

900209 Altre attività di supporto alle rappresentazioni artistiche

900400 Gestione di teatri, sale da concerto e altre strutture artistiche

910100 Attività di biblioteche e archivi

910200 Attività di musei

910300 Gestione di luoghi e monumenti storici e attrazioni simili

910400 Attività degli orti botanici, dei giardini zoologici e delle riserve naturali

932100 Parchi di divertimento e parchi tematici

932920 Gestione di stabilimenti balneari: marittimi, lacuali e fluviali

960420 Stabilimenti termali

Art. 120 Spese ammissibili

Sono ammissibili al Credito d’Imposta Adeguamento le spese sostenute in relazione agli interventi necessari per far rispettare le prescrizioni sanitarie e le misure di contenimento contro la diffusione del virus COVID-19, compresi:
• Interventi edilizi necessari per il rifacimento di spogliatoi e mense;
• Interventi per la realizzazione di spazi medici, ingressi e spazi comuni, acquisto di arredi di sicurezza;
• Investimenti in attività innovative, quali lo sviluppo o l’acquisto di strumenti e tecnologie necessarie allo svolgimento dell’attività lavorativa e per l’acquisto di apparecchiature per il controllo della temperatura dei dipendenti e degli utenti.

Art. 125: CREDITO D’IMPOSTA SANIFICAZIONE

Il Credito d’imposta Sanificazione è rivolto a a tutte le imprese di qualsiasi settore e dimensione, ovvero soggetti esercenti attività d’impresa, arti e professioni e a enti non commerciali, compresi gli enti del Terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti.

Art. 125: Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti tipologie di spese:
• la sanificazione degli ambienti nei quali è esercitata l’attività lavorativa e istituzionale e degli strumenti utilizzati nell’ ambito di tali attività;
• l’acquisto di dispositivi di protezione individuale;
• l’acquisto di prodotti detergenti e disinfettanti;
• l’acquisto di dispositivi di sicurezza diversi da quelli indicati precedentemente;
• l’acquisto di dispositivi atti a garantire la distanza di sicurezza interpersonale, incluse le eventuali spese di installazione.

Nello specifico fra i dispositivi di protezione individuale rientrano i seguenti:
• mascherine chirurgiche, mascherine Ffp2 e Ffp3
• guanti
• visiere di protezione e occhiali protettivi
• tute di protezione e calzari


Fra gli altri dispositivi di sicurezza atti a proteggere i lavoratori dall’ esposizione accidentale ad agenti biologici o a garantire la distanza di sicurezza interpersonale rientrano i seguenti:
• barriere protettive
• pannelli protettivi
• detergenti e disinfettanti
• tappeti e vaschette decontaminanti e igienizzanti
• termometri e termoscanner.