Esteso l’accesso all’avviso per l’adozione di piani aziendali di smart working anche alle imprese che hanno introdotto il lavoro agile per i propri dipendenti nel periodo dell’emergenza epidemiologica da COVID-19

Regione Lombardi stanzia 4,5 milioni di euro per la promozione di piani di smart working nelle imprese lombarde, un modello organizzativo che consente una maggiore flessibilità per quanto riguarda il luogo e i tempi di lavoro. 

L’Avviso è rivolto ai datori di lavoro, iscritti alla Camera di Commercio o in possesso di partita IVA, con almeno 3 dipendenti, per:

· Azione A: servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale 

· Azione B: acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di smart working 

Le spese sono ritenute ammissibili a partire dal 25 febbraio 2020 per la durata dello stato di emergenza legata all’ emergenza epidemiologica da COVID-19.

Le attività dovranno essere svolte esclusivamente presso sedi operative o di esercizio lombarde.

BENEFICIARI

Possono partecipare i soggetti che esercitano attività economica e che intendono adottare e attuare un Piano aziendale di smart working:

  • imprese, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di competenza,
  • soggetti in possesso di partita IVA 
     

Ulteriori requisiti in comune per tutte le tipologie di beneficiari:

  • avere un numero di dipendenti almeno pari a 3
  • non essere già in possesso di un piano di smart working e del relativo accordo aziendale

AGEVOLAZIONE

L’agevolazione è concessa a fondo perduto sotto forma di voucher aziendale secondo il seguente prospetto:

E’ possibile presentare domanda a partire da Aprile 2020.